La cucina italiana nel mondo è considerata la migliore per l’armonia dei suoi semplici

ingredienti di elevata qualità, dal gusto irresistibile ed un certo occhio per l’estetica. E’

sempre più in crescita all’estero, seguita dalla cucina francese e da quella giapponese.

Questo secondo uno studio condotto da Deloitte nel 2019, pensate che genera un mercato di

più di 229 miliardi di euro all’anno. Il valore della penetrazione all’interno del mercato della

cucina made in Italy è del 19%. In Cina e negli Stati Uniti il valore è di oltre il 60%. I ristoranti

italiani sono maggiormente diffusi negli Usa, in Giappone e con un’alta concentrazione anche

in Germania e Brasile. I piatti italiani in assoluto più amati dagli stranieri sono: La pizza, la

carbonara, le tagliatelle al ragù, il tiramisù, il risotto, i ravioli, la parmigiana e la pasta con il pesto.

cucina italiana nel mondo

Ma quali sono le abitudini alimentari degli stranieri più odiate dagli italiani?

Il ‘’crimine alimentare’’ peggiore contro la cucina italiana commesso dagli stranieri è sicuramente

quello di mettere il Ketchup sulla pasta, ritenuto un vero e proprio delitto da molti italiani. Al secondo

posto troviamo la pizza con l’ananas. Altra strana abitudine che sconvolge parecchi italiani. Anche il

cappuccino accompagnato da un bel piatto di pasta non scherza. Ed infine, ma non per ultimo,

spezzare gli spaghetti.

Cucina Italiana nel Mondo, False Ricette:

Non è raro quando si va all’estero imbattersi in cibi spacciati per delizie culinarie italiane. Ecco alcune

di queste:

• Le fettuccine Alfredo: Negli Stati uniti sono un vero e proprio must. Non c’è ristorante o

supermercato in cui non si trovino. Ebbene, pare che abbiano davvero un’ origine italiana. Le

fettuccine condite come da ricetta originale burro e parmigiano, famose ormai come

fettuccine Alfredo prendono il loro nome dal ristoratore Alfredo di Lelio che le riscoprì. Esse

vennero citate per la prima volta già nel XV secolo. Negli Stati uniti si diffusero dopo essere

state servite durante il viaggio di nozze di Douglas Fairbanks e Mary Pickford, a Roma nel 1920.

• Gli spaghetti e meatballs: Conosciuti per il film di Lili e il vagabondo. Sono una variazione

americana degli spaghetti alla bolognese.

• L’insalata condita con mille salse

• ‘’Pizza pepperoni’’: Una sorta di diavola con parecchio formaggio sopra. Il termine pepperoni

non ha nulla a che vedere con i peperoni, sta ad indicare il salame.

Diverse sono le ragioni per cui la cucina italiana nel mondo è così apprezzata, tanto che i diversi paesi

la ripropongono, seppur a modo loro. Sicuramente la disponibilità degli ingredienti è un fattore

determinante. Non in tutti i paesi infatti è facile trovare gli stessi ingredienti genuini e freschi della

cucina italiana e ad affascinarli molto è anche la nostra conoscenza e competenza culinaria. Tuttavia

per il tempo di preparazione che i nostri piatti richiedono, per loro abitudini alimentari ormai radicate,

o per preferenze personali potrebbero non adottarla quotidianamente e prediligere piatti più veloci e

convenienti in base al loro stile di vita. In linee generali però gli stranieri hanno un’ottima opinione

della nostra cucina e ne parlano tutti bene, e ciò è confermato appunto, anche dalle statistiche.

Rimani sempre aggiornato con le nostre news

Scarica l’app Digita Food